Simbolo - Comune di Pesaro

Comune
di Pesaro

venerdì 27 maggio 2016

Caduta dei giganti

Guido Reni (Bologna 1575 - 1642)
olio su tela, 204 x 182 cm
provenienza, collezione Hercolani Rossini
inv. 3916

Più degli altri grandi pittori bolognesi del Seicento, Guido Reni rappresenta un modello fondamentale per la cultura figurativa pesarese di quel periodo. Un'influenza determinante sugli artisti locali - e tra questi sul giovane Simone Cantarini -, è prodotta infatti dalla celebre pala con San Tommaso e San Gerolamo da lui realizzata per la Cattedrale e ora alla Pinacoteca Vaticana.

La Caduta dei giganti , unica sua opera presente oggi nella città, non proviene però da una quadreria pesarese, ma dalla collezione bolognese degli Hercolani acquisita dai musei grazie all'eredità del musicista Gioachino Rossini.

Si tratta di un grande dipinto - eseguito intorno al 1637 - in cui la compostezza figurativa tipica di Reni lascia il posto ad una composizione dai movimenti vigorosi e dai tratti violenti, destinata a rievocare il mitico scontro fra i tremendi giganti figli della terra e le divinità dell'Olimpo. Colpiti dall'ira di Zeus - rappresentato insieme all'aquila che gli porge i fulmini -, i giganti cadono travolti da massi enormi.

La scena è impostata secondo una prospettiva ardita che suggerisce una collocazione particolare per l'opera: probabilmente la decorazione di un soffitto in una residenza privata.

alcune opere della sala

Guido Reni, Caduta dei giganti, olio su tela
Guido Reni, Caduta dei giganti, olio su tela
Pittore veneziano (fine del sec. XVI) Ritratto di gentiluomo,olio su tela
Pittore veneziano (fine del sec. XVI) Ritratto di gentiluomo,olio su tela
logo musei civici
Musei Civici - Comune di Pesaro - P .iva: 00272430414 - Copyright © 2009-2013
Valid XHTML 1.0 Transitional